capodanno ebraico nonnabetta

Shanà Tovà: nessuno è perfetto

È iniziato l’anno nuovo, quello ebraico, il 5776 , senza botti, senza conto alla rovescia, senza calici di cristallo che straripano “scoppiando in un cin cin”. Forse in modo un po’ pedante il senso del capodanno ebraico si concentra su aspetti più spirituali ed etici, insistendo sul compito di ogni individuo, sulla responsabilità personale, sul…

ghetto ebraico roma portico d'ottavia nonnabetta

Poveri ma liberi: un’istantanea del Ghetto

Sembra una piccola differenza ma è una sfumatura che porta con sé una serie di gustose conseguenze. Nonna Betta, oltre a essere l’unico ristorante con un vero ebreo romano dentro, è anche l’unico che si trova in un edificio che, al tempo in cui esisteva il Ghetto, c’era già. C’è una foto famosa di via…